5 modi per rendere il camino più efficiente

camino-legna-casa-montagna
800 600 Case di Prestigio

Dopo una giornata trascorsa sulle piste del  Monte Rosa, è bello tornare a casa e accendere il proprio camino.  La legna scoppiettante crea un’atmosfera unica, perfetta per rilassarsi sul divano, bere un bicchiere di vino e leggere un buon libro. Scopri come rendere il camino più efficiente con questi 5 consigli.

1. Scegliere la legna giusta

camino-efficiente-legna-giusta

Chi acquista una casa in montagna deve sapere che non tutti i tipi di legna sono uguali, alcuni bruciano più velocemente, altri fanno molto fumo. La legna inoltre deve essere lasciata asciugare per molti mesi così da rilasciare l’umidità che contiene quando è stata appena tagliata. Il nostro consiglio è di comprarla in primavera, è possibile farlo anche online, così da utilizzarla durante l’inverno successivo.

La tipologia da scegliere deve essere valutata con attenzione, ricordandosi che per gestire al meglio il proprio camino è importante bilanciare legna che brucia velocemente con legna a fiamma lenta.

Il legno di quercia è uno dei più indicati, perché permette una bruciatura lenta e una distribuzione del calore in modo uniforme.

2. Alari e finestra aperta

alari-camino-legna

Per aumentare il tiraggio del proprio camino è necessario avere degli alari, ossia dei sostegni metallici che hanno lo scopo di far bruciare meglio il fuoco. Grazie alla loro struttura infatti l’aria passa anche sotto la legna favorendone la combustione. Quando si accende il camino è importante lasciare una finestra aperta che favorisca la circolazione dell’aria e l’accensione del fuoco. Una volta che la combustione è avviata e il fuoco ha coperto almeno un terzo del piano è possibile chiudere la finestra della vostra casa in montagna per evitare la dispersione del calore all’esterno.

3. Accendere la legna correttamente

Quando usiamo il caminetto è possibile ridurre notevolmente le emissioni di fumo provocando la combustione della legna dall’alto invece che dal basso, come avviene quando si accende lo stoppino di una candela.  Così facendo, ridurremo notevolmente la quantità di emissioni atmosferiche e quindi di fumo che si propaga nella stanza.

Per farlo basta creare un modulo di accensione con della legna che brucia velocemente, con dei ciocchi d’abete ad esempio, e disporla a forma di piramide con una base composta da ciocchi disposti verticalmente e una parte superiore con ciocchi posizionati in modo orizzontale. Al termine della struttura va inserito un pezzo di diavolina o di lana di legna impregnata di cera con un pezzo di legna sopra.

Una volta acceso, il fuoco si propagherà dall’alto verso il basso, con una combustione che procede più lentamente e in modo più controllato.

4. Usare gli attrezzi necessari

attrezzi camino

Gli attrezzi del camino sono importantissimi e servono a rendere il camino più efficiente e a fare una manutenzione corretta. Il soffiatoio, ad esempio, è fondamentale per rendere viva la fiamma e a mantenere la combustione della legna; è uno strumento molto comodo perché permette di alimentare il fuoco evitando di disperdere la cenere fuori dal camino; È utile inoltre tenere a portata di mano l’attizzatoio, un ferro lungo che serve a smuovere la legna e i tizzoni ardenti quando il caminetto è acceso, una pinza a molla per disporre nuovi ciocchi nel focolare e una paletta e uno scopino per raccogliere la cenere quando si è raffreddata. La cenere è utilissima per concimare la terra:  potremo raccoglierla all’interno di una scatola di latta e usarla per rendere più fertile la terra delle piante.

5. Manutenzione della canna fumaria

manutenzione-canna-fumaria

La costante presenza di fumo e di fuliggine sono un campanello d’allarme che non va sottovalutato: in questi casi bisogna procedere ad una manutenzione della canna fumaria e verificare che non ci siano ostruzioni che ne compromettano il funzionamento. Il nostro consiglio per rendere il camino più efficiente è di affidarsi sempre a degli specialisti, che provvederanno a pulire la canna con degli strumenti dedicati e a rilasciarvi un’attestazione di conformità. Tuttavia, per capire se è effettivamente la canna fumaria della propria casa in montagna ad avere dei problemi è possibile usare una semplice candela. Una volta accesa vi basterà avvicinarla alla bocca del caminetto e controllarne il tiraggio. Se la fiamma non si inclina verso l’interno e, una volta spenta, il fumo non viene risucchiato dalla cappa significa che bisogna procedere alla manutenzione della canna fumaria.

Questi 5 consigli vi permetteranno di rendere il camino più efficiente e di rilassarvi nella vostra casa sul Monte Rosa grazie all’atmosfera di pace e benessere che la legna scoppiettante diffonde in tutta la casa.

 

Case di Prestigio
AUTORE

Case di Prestigio

Case di Prestigio è una realtà del panorama immobiliare italiano che opera nel mercato di case per vacanze (seconde case) da oltre 40 anni offrendo ai sui clienti l’assistenza necessaria per una corretta e sicura compravendita di immobili nelle località italiane più rinomate.

Tutte le storie di: Case di Prestigio