Cosa cucinare in una casa in montagna

1024 725 Case di Prestigio

Chi ha una casa in montagna lo sa: l’altitudine mette appetito.

D’inverno quando facciamo una pausa fra una discesa e l’altra e nei mesi estivi quando ci riposiamo dopo una lunga passeggiata. Vediamo chi sono i protagonisti indiscussi della tavola e cosa cucinare in una casa in montagna.

Pizzoccheri

Pizzocheri-da-cucinare-in-una-casa-in-montagna

I pizzoccheri guadagnano un posto da protagonisti in tutti i menù ad alta quota.

Sono filanti, saporiti e preparati con ingredienti naturali. Il grano saraceno si mescola al burro, alle bietole e al formaggio filante, che può essere il bitto o la fontina valdostana. Un piatto tipico e appagante, da abbinare ad un buon vino rosso e da gustare insieme ai propri cari.

Fonduta valdostana

Fonduta da cucinare in una casa in montagna

La fonduta è un piatto tipico delle valli alpine a base di formaggio fuso.  Ne esistono innumerevoli varianti a seconda della sua composizione. La fonduta svizzera, è composta ad esempio da due formaggi, il gruyere e il vacherin.

Viene allungata con il kirsch, un liquore di ciliegie, fatta addensare con la fecola di patate e servita con dei tocchetti di pane fresco.

La versione valdostana, invece, è realizzata con la fontina, che viene fatta sciogliere insieme ad un po’ di latte e resa più densa grazie al rosso dell’uovo.  Solitamente viene servita con dei crostoni di pane abbrustoliti cosparsi di aglio.

La variante piemontese è molto simile a quella valdostana e si differenzia dal modo in cui viene servita in tavola.  Mentre la fonduta valdostana è un piatto unico, la versione piemontese viene servita in porzioni singole a cui si possono aggiungere delle scaglie di tartufo.

Il segreto per preparare un’ottima fonduta valdostana è la cottura a bagnomaria.

Nella cottura a bagnomaria gli alimenti non vengono scaldati direttamente sul fuoco ma dentro ad un recipiente più grande dove bolle l’acqua.

La tradizione vuole che la Fontina, rigorosamente DOP, vada scaldata usando questo metodo di cottura su un braciere ardente mescolandola con un cucchiaio di legno.  Accompagnate la crema di formaggio con dei crostoni di pane e gustate a fondo l’inconfondibile amalgama di sapore.

Raclette

Raclette piatto tipico da cucinare in una casa in montagna

Se non sai cosa cucinare in una casa in montagna, la raclette può essere il piatto ideale da portare in tavola.

Il termine “raclette” deriva dal francese “racler” che significa “raschiare”.

E’ tradizione infatti che, sin dal Medioevo, le forme venissero messe vicino al fuoco e poi grattate con dei coltelli sopra a delle patate lesse o a delle fette di pane.  Oggi il formaggio viene fatto fondere lentamente su una piastra e ogni commensale lo accompagna a scelta con carne e verdure.

Ideale per una cena in compagnia, è la ricetta perfetta da cucinare in una casa in montagna.

Stupirete i vostri ospiti con una pietanza calda e nutriente,  ideale per creare una atmosfera serena ed informale.

Canederli

Canederli con speck

I canederli sono un piatto tipico della cucina trentina e devono il loro nome al tedesco “knot” che significa “grumo”. Sono infatti degli gnocchi di pane raffermo a cui potete aggiungere speck, formaggi o spinaci a seconda dei gusti.  Possono essere serviti da soli con un po’ di burro fuso o accompagnati da un piacevole brodo caldo.

Gulash

Gulash

Un caldo gulash con patate è il piatto perfetto per chi ama i sapori forti e decisi. E’ un piatto tipico della cucina ungherese che si trova anche nella cucina tipica di montagna.

Non confondetelo con lo spezzatino perché la sua consistenza è più brodosa e ha al suo interno due spezie che gli donano una nota piccante.

Sono la paprika e il cumino che abbinate alla carne di manzo e alle patate creano un piatto unico ed inconfondibile. Se lo volete cucinare in una casa in montagna fate attenzione ai tempi: Il gulash richiede una cottura di almeno un’ora e mezzo a fuoco lento. La carne va tagliata cubetti e fatta rosolare in padella.

Una volta aggiunta la paprika, le patate, il pomodoro e un peperone in pezzi il gulash va cotto per almeno un’ora e mezzo a fuoco basso.  Di tanto in tanto allungatelo col brodo per non fare indurire la carne.

Strudel di mele

Strudel alle mele

Per il dolce, potete contare su un classico intramontabile: lo strudel di mele.  La preparazione è veloce e gli ingredienti sono facili da reperire. Basta avere burro, farina e uova per realizzare l’impasto per poi farcirlo con mele, pinoli e uvetta.  40 minuti in forno e il vostro dolce è pronto per essere servito. Già dalla preparazione il profumo della cannella e dei pinoli tostati donerà un’atmosfera magica alla vostra casa di montagna. Il tipico strudel, quello altoatesino, è farcito con mele renette, una varietà dolce ed aromatica.

I più esigenti usano 5 varietà di mele diverse, per dare una varietà di sapori e di consistenza alla farcitura.

Accompagnatelo con una salsa di zabaione o con una di crema inglese a cui avrete aggiunto un pizzico di cannella. Potrete gustarlo con un the caldo, magari leggendo un libro, o la sera con un bicchiere di liquore per rilassarvi dopo una lunga giornata.

Se non sai cosa cucinare in una casa in montagna crea il tuo menù abbinando a piacere questi piatti tipici.

Si tratta di ricette tramandate per secoli dalla tradizione popolare, che renderanno sicuramente speciali i momenti d’incontro a tavola.

Per voi una proposta immobiliare ai piedi del Monte Rosa, scoprila qui!

 

Case di Prestigio
AUTORE

Case di Prestigio

Case di Prestigio è una realtà del panorama immobiliare italiano che opera nel mercato di case per vacanze (seconde case) da oltre 40 anni offrendo ai sui clienti l’assistenza necessaria per una corretta e sicura compravendita di immobili nelle località italiane più rinomate.

Tutte le storie di: Case di Prestigio