Rifugio Zamboni, un luogo magico in cui riscoprire la natura

Rifugio Zamboni
1024 683 Case di Prestigio

Abbiamo intervistato Tania Bettineschi, gestore del rifugio Zamboni Zappa che si trova ai piedi della parete Est del Monte Rosa. Un luogo imperdibile se trascorrete dei periodi nella vostra nuova casa in montagna.

Per arrivarci vi basterà prendere la seggiovia che da Macugnaga  porta a 1900 metri di quota. Da qui, in soli tre quarti d’ora di cammino su un sentiero in falsopiano ben battuto, giungerete al rifugio.

Quando è stato costruito il rifugio Zamboni?

Lo Zamboni in realtà è costituito da 2 rifugi collegati, il “vecchio” Zamboni costruito nel lontano 1924 e il “nuovo” Zappa, inaugurato nell’estate del 1954. Il rifugio si chiama infatti “Zamboni Zappa” ma è conosciuto anche solo come Zamboni.

Da chi è gestito?

Il rifugio Zamboni Zappa è di proprietà del Cai SEM di Milano, una sezione del Club Alpino Italiano che promuove la conoscenza e la frequentazione responsabile della montagna. Dall’anno della sua creazione è stato gestito da molte persone e dal 2002 me ne occupo io.

Quali servizi vengono offerti dal rifugio?

Il rifugio offre un servizio bar ristorante con una sala interna e una terrazza con un’imponente vista sulla Parete Est del Monte Rosa. Con 36 posti letto in divisi in camerette da 4/6 posti, il rifugio offre la possibilità di alloggiare a tutti coloro che vogliono godersi i minuti fuggenti dell’alba sul Monte Rosa.

Chi pernotta al rifugio cosa cerca?

Vista alto Rifugio Zamboni

Il rifugio in origine è nato per ospitare gli alpinisti ma ora d’estate, con l’innalzamento delle temperature, scalare la parete est è diventato molto pericoloso. Chi pernotta qui cerca la tranquillità e la serenità che solo la montagna sa dare, una serata tranquilla a casa di “amici”. Un tuffo nel “vintage” senza tv e wi-fi, fatto solo di chiacchiere e natura.

Qualche aneddoto curioso da raccontare?

In generale lo Zamboni è facilmente raggiungibile da tutti, quindi spesso ci capita di avere ospiti neofiti della montagna, stranieri in sandali, ragazze in copricostume e con la “pelle d’oca”. Ogni tanto arrivano anche “super” alpinisti, vestiti tutto punto e con attrezzatura tecnica sulle spalle, che entrando chiedono – : Scusi dov’è la “strada” per il Monte Rosa? Ma la mia categoria preferita è rappresentata però da quelli che telefonano per chiedere l’impossibile. C’è chi telefona per sapere che tempo ci sarà tra sarà tra 3 weekend o che mi domandano “Quanto ci vuole per raggiungere il rifugio da casa mia?”

Sul vostro sito parlate di un lago sul ghiacciaio del Monte Rosa. Qual è la sua storia?

Lago artificiale Rifugio Zamboni

Una lunga storia, legata al clima che sta cambiando. Le conseguenze sono visibili dappertutto, in città come in montagna. Quando nelle nostre case apriamo le finestre vediamo un panorama diverso rispetto a quello di dieci anni fa. Cambiano le macchine, i negozi, i vestiti delle persone. Lo stesso è in montagna. Il profilo della natura muta costantemente. I laghi effimeri, ad esempio, nascono ogni primavera per poi sparire d’estate. Nel 2002 il lago era veramente grosso e potenzialmente pericoloso.  L’importante è che non ci siano state conseguenze.

Come mai avete deciso di posizionare una webcam sul Monte Rosa?

MeteoliveVco ci ha contattati per entrare in un progetto di ricerca e di raccolta dati chiamato “Ghiaccio Vivo”. L’abbiamo trovato interessante.Il ghiacciaio del Monte Rosa è monitorato costantemente da tecnici dell’Arpa e dall’università di Zurigo, ma l’aggiunta di una webcam sul posto non può che aiutare i controlli. E poi con l’arrivo della webcam, sono diminuite le telefonate per sapere il tempo di oggi!

Come immagina il rifugio fra vent’anni?

Esattamente come è ora. Il rifugio è nato per offrire un riparo a tutti i viandanti. Prima ci si proteggeva dal freddo e dalle intemperie, oggi è un posto dove ritrovarsi. Spero che resti così: un luogo per riprendere fiato o “staccare la spina”. Certo, qualche “lavoretto” è necessario per migliorare la struttura e i servizi, ma senza far perdere al rifugio la capacità di mettere tutti sullo “stesso piano” e di far chiacchierare degli sconosciuti davanti a un piatto di polenta e a un bicchiere di vino.


Vuoi raggiungere il Rifugio Zamboni? Sul loro sito trovi tutte le informazioni utili!

Case di Prestigio
AUTORE

Case di Prestigio

Case di Prestigio è una realtà del panorama immobiliare italiano che opera nel mercato di case per vacanze (seconde case) da oltre 40 anni offrendo ai sui clienti l’assistenza necessaria per una corretta e sicura compravendita di immobili nelle località italiane più rinomate.

Tutte le storie di: Case di Prestigio